Skip to content

Cena del Centenario

25 marzo 2017

10024 marzo 2017. I Lions Club della Provincia di Trieste hanno celebrato il Centenario di fondazione del Lions Clubs International.

Ospite d’onore il Governatore del Distretto 108TA2 Gianni Dovier e consorte.

Erano presenti, oltre i giovani dei Leo Trieste insieme alla loro Presidente Michela Selem, il 1^ Vice Gov. TA2 Vincenzo Trevisiol,  il 2^ Vice Gov. TA2 Angelo Della Porta, il Presidente 1^ Circoscrizione Alessandro Gerdina,  il Presidente Zona A Dario Angiolini, il PDG Ugo Lupattelli, il Responsabile Centenario PDG Anna Dessy, tutti i presidenti e soci dei sei club della Zona A oltre a numerosi officer distrettuali 2016-2017.

La serata è stata allietata dalla esibizione canora di Ludovica Papa, giovane Leo, e dalla simpatia di Leonardo Zannier,  artista triestino, che ha ripercorso con testi ed immagini la storia del Lions Club International.    Marino Attini, Presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Sezione provinciale di Trieste, ha ricordato l’importante opera dei Lions a favore dei non vedenti iniziata nel 1925 quando Helen Keller partecipò alla Convention di Lions Clubs International e propose ai soci Lions di diventare “cavalieri dei non vedenti nella crociata contro le tenebre”.  Da allora i Lions hanno sempre supportato programmi per la vista mirati alla lotta contro la cecità prevenibile e a migliorare l’autonomia e la sicurezza dei non vedenti, attraverso il Servizio Cani Guida dei Lions , e strumenti quali il bastone per non vedenti.

In conclusione di serata brevi discorsi degli Officer presenti e del Governatore del Distretto Gianni Dovier,  che ha ricordato che in tutti questi cento anni i Lions hanno costantemente contribuito con i loro service allo sviluppo e al maggior benessere di milioni di persone; dedizione al servizio che ha trovato nel  “Centenario” l’occasione per stabilire l’obiettivo di assistere 100 milioni di persone attraverso una sfida che si sviluppa attraverso quattro temi base: “I Giovani”, il più ampio coinvolgimento dei giovani;  “Vista”, condivisione della visione e lotta alla cecità;  “La fame nel Mondo”, alleviamento della fame;  “Ambiente”, protezione e sviluppo dell’ambiente.

*****      *****     *****     *****      *****     *****      *****      *****     *****      *****      ***** Tutto  iniziò il 7 giugno 1917 

Storia

Nel 1917 Melvin Jones, un uomo d’affari trentottenne di Chicago, si pose una semplice domanda che rivoluzionò il mondo: cosa sarebbe accaduto se le persone avessero messo il proprio talento al servizio delle loro comunità per migliorarne le condizioni? Disse ai soci del business club di Chicago (un’associazione professionale rivolta alla crescita del benessere economico dei propri soci di cui era segretario locale) che avrebbero dovuto guardare oltre i problemi legati al lavoro e dedicarsi al miglioramento della comunità e del mondo.

Il Business Circle di Chicago accolse le idee di Jones e contattò altri gruppi simili degli Stati Uniti. Il 7 giugno 1917 a Chicago si tenne una riunione organizzativa e fu fondata un’associazione tra i circoli partecipanti. Il nuovo gruppo prese il nome di uno di essi, e divenne “Associazione dei Lions Clubs”. A ottobre fu organizzato a Dallas il primo congresso nazionale, nel quale vennero approvati lo statuto e il regolamento della nuova associazione, decisi i suoi scopi e il suo codice etico: in particolare, secondo le idee di Jones, fu stabilito che “nessun club dovrà avere quale obiettivo il miglioramento delle condizioni finanziarie dei propri soci“.

Il nuovo gruppo prese il nome di uno dei gruppi invitati, la “Association of Lions Clubs”. Nell’ottobre dello stesso anno si tenne una convention nazionale a Dallas (USA) nel corso della quale vennero approvati lo statuto, il regolamento, gli scopi e il codice etico.

Nell’arco di tre anni i Lions divennero un’organizzazione internazionale. Da allora, abbiamo ottenuto i più alti riconoscimenti per la nostra integrità e trasparenza.

Quasi 100 anni dopo, Lions Clubs International è l’organizzazione di club di assistenza più grande del mondo, con 1.400.000 di soci in 210 paesi e innumerevoli testimonianze di Lions che agiscono in base a una semplice idea comune: miglioriamo le nostre comunità.

Tutto inizia nel 1917

 1920: Diventiamo internazionali

Solo tre anni dopo la costituzione dell’organizzazione, i Lions divennero internazionali grazie alla fondazione del primo club in Canada. Nel 1927 fu la volta del Messico. Negli anni ’50 e ’60 la crescita a livello internazionale accelerò, con nuovi club in Europa, Asia e Africa.

1925: Lotta alla cecità 

Helen Keller tenne un discorso alla Convention di Lions Clubs International a Cedar Point (Ohio, USA) ed esortò i Lions a diventare “cavalieri dei non vedenti nella crociata contro le tenebre”. Da allora abbiamo lavorato senza sosta per aiutare i non vedenti e gli ipovedenti.

1945: Le nazioni si uniscono

L’ideale di organizzazione internazionale si concretizza nel nostro rapporto permanente con le Nazioni Unite. Siamo state una delle prime organizzazioni non-governative a essere state invitate ad assistere alla nascita ufficiale delle Nazioni Unite e ad aver supportato, da allora, il loro lavoro.

1957: Organizzazione di programmi per i giovani

Verso la fine degli anni ’50 abbiamo creato il Programma Leo, per dare ai giovani del mondo un’opportunità di sviluppo personale attraverso il volontariato. In tutto il mondo vi sono circa 144.000 Leo e 5.700 Leo club in oltre 140 paesi.

1968: Costituzione della Fondazione

Lions Clubs International Foundation assiste i Lions nei progetti umanitari globali e su vasta scala. Attraverso la nostra Fondazione, i Lions vanno incontro ai bisogni delle loro comunità locali e globali.

1990: Lancio di SightFirst

Tramite SightFirst, i Lions restituiscono la vista e prevengono la cecità su scala globale. Lanciata nel 1990, i Lions hanno raccolto, grazie a questa iniziativa, oltre 346 milioni USD. SightFirst si occupa delle principali cause di cecità: cataratta, tracoma, oncocercosi, cecità infantile, retinopatia diabetica e glaucoma.

Oggi: Estendiamo il nostro raggio d’azione

Lions Clubs International amplia ogni giorno la sua missione di servizio nelle comunità locali di tutti gli angoli del mondo. Le necessità sono grandi e i nostri servizi ampi, tra questi ci sono: la vista, la salute, i giovani, gli anziani, l’ambiente e la ricostruzione nei disastri. La nostra rete internazionale è cresciuta fino a includere oltre 200 paesi e aree geografiche.

*****      *****     *****     *****      *****     *****      *****      *****     *****      *****      *****

Locandina

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: